4 WORKSHOP

 

#Grafieurbane

a cura di Marina Misiti

17-18-19 Agosto / ore 17:00-20:00

Corso Umberto I @Villapiana Borgo Attivo

 

Un laboratorio creativo di reportage artistico per imparare a vedere la realtà con nuovi occhi, migliorando spirito di osservazione, consapevolezza e fiducia nelle capacità espressive, per poter raccontare un luogo e chi lo abita attraverso (di)-segni dal vero e “sul campo”: reportage, infatti, viene dal verbo francese reporter, cioè “riportare”. #grafieurbane prevede anche azioni di guerrilla art per interagire creativamente con il territorio analizzato e per definirne una nuova mappa, originale e soggettiva. Al termine del workshop è prevista anche l’esposizione di alcuni dei reportages realizzati dai partecipanti. (N.B.: non sono richieste conoscenze specifiche nel disegno, solo fogli di carta e penne preferite, oltre a curiosità e spirito d'avventura.

È una reportage artist, ha scritto e illustrato numerosi articoli e libri e dal 2005 espone i suoi progetti artistici (tra cui #grafieurbane e le MUP-Mappe emozionali) in mostre ed eventi tra New York, Londra, Brasile, Egitto, Spagna e Italia

Multimateria Collage

a cura di Alberto Sabellico

17 Agosto / ore 17:00-20:00

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

Collage multimaterici con riviste e/o oggetti in disuso del posto. Il workshop è ispirato al gioco surrealista dei “cadaveri squisiti”, in cui i partecipanti componevano poesie e racconti collettivi alternandosi alla scrittura, col vincolo che ogni partecipante potesse vedere solo la parola finale del contributo precedente. Nella prima partita in assoluto la frase ottenuta fu “le cadavre exquis boira le vin nouveau” - il cadavere squisito berrà il vino novello. In questo workshop giocheremo col collage alla realizzazione di una o più opere collettive. Riuniti in gruppi di due o più persone i partecipanti realizzeranno, su dei fogli appositamente divisi in sezione, un collage unendo delle immagini ai particolari visibili di quelle del compagno scelto. Il risultato sarà inaspettato e surreale, sarà divertente vedere emergere un senso all'accostamento casuale di immagini e immaginari.

Attualmente lavora a Milano come Industrial Designer in uno studio di design. Portato all’arte fin da bambino, ha iniziato a studiare e sperimentare con la sua creatività, ritrovandosi nel movimento surrealista per rappresentazione e visione artistica. Negli anni universitari studia Interior e Industrial Design presso l “Istituto Quasar” di Roma dove ha avuto l’opportunità di affinare le sue doti artistiche. Dal 2014 ha esposto le sue opere in mostre personali e collettive (Scuderie Estensi di Tivoli, Galleria 291 Est di Roma, live painter al festival goa “Shankra Festival” in Svizzera, mostra collettiva “Cadavre Exquis # 13” presso la TAG Tevere Art Gallery a Roma).

GAME DESIGN

a cura di Nestore Mangone

18 Agosto / ore 17:00-19:00

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

Il Game Design nei giochi da tavolo, il gioco da tavolo come aggregante sociale.

L'incontro ha l'obiettivo di dare una visione panoramica del fenomeno dei giochi da tavolo che sta esplodendo nei nostri giorni. Ad una breve introduzione su cosa è e come nasce un progetto ludico, seguirà un approfondimento sulle sue implicazioni sociali nel tempo dell'informazione e della virtualità.

Autore di giochi da tavolo: Prestige (2011), Expo 1906 (2015) è un creativo entusiasta, e partecipa attivamente alla vita della comunità ludica Italiana ed Europea.

GIÙ LE MANI DALLO SMARTPHONE

a cura di PRIMT

17 Agosto / ore 17:00-20:00

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

Digitale contro analogico, un solo pollice contro tutte e dieci le dita, codice binario contro istinto. Tramite strumenti semplici e di tutti come carta e colla proviamo a riappropriarci, anche se solo per qualche minuto, di quella semplicità che è sempre più minacciata dalla "dipendenza da smartphone". Forme e colori da combinare, per riflettere su quanto è importante "fare cose da bambini".

“Amiamo le forme, alcune in particolare più di altre. Ci piace studiare i loro segreti e interazioni, scomporle e riassemblarle, giocarci in modo serio. Crediamo fortemente che esistano cose brutte ma bellissime e viceversa, proprio per questo ci lasciamo ispirare da qualsiasi cosa, dai graffiti al minimalismo astratto, dalla natura ai manifesti del circo.”

I workshop sono gratuiti ma è richiesta l'iscrizione fornendo i propri dati e indicando il laboratorio scelto all'indirizzo e-mail info@coolframelab.com

5 MOSTRE E 6 RESIDENZE ARTISTICHE

(mostra) (residenza) Nova_Illustrazione

ALLOCAZIONE DINAMICA DELLA MEMORIA

Il progetto si pone l'obiettivo di sottolineare la dinamicità del ricordo ponendo oggetti familiari di un passato recente in un ambiente naturale ispirato alla flora della macchia mediterranea. Tramite l'utilizzo di immagini stereografiche (anaglifi rosso/cyan) si accostano due diverse realtà: quella di oggetti inanimati desueti ma di immediata riconoscibilità e quella botanica/naturalistica fatta di piante comuni e spontanee. Si ricrea quindi un ambiente "biodinamico" dove natura e oggetto si toccano e intersecano pur non integrandosi mai completamente, come accade per i rifiuti in natura. In informatica, un oggetto allocato dinamicamente rimane tale fintanto che non viene deallocato esplicitamente, al pari di oggetti del passato -quali giocattoli, devices obsoleti, oggetti di uso comune diventati iconici per l'epoca che rappresentano- , che rimangono stabilmente posizionati nella memoria dell'osservatore. "

 

Nasce nel 1984 come i Gremlins e Freddy Krueger con i quali condivide sogni e ideali. Essenzialmente disegna, scrive e fa un sacco di casino. Dopo una lucente carriera costellata di lavori umili e malpagati, decide di dedicarsi completamente all'illustrazione e al fumetto Autoproduzioni e piccole fanzine a parte, collabora con TINALS-This Is Not a Love Song e sta scrivendo la sua prima graphic novel.

(mostra) (residenza) PRIMT_Graphic Design

Nove

È il titolo di un giornale in cui gli argomenti di cui tutti sentono parlare, ma di cui nessuno parla, vengono sbattuti in prima pagina. Nove personaggi realmente inventati, facce da copertina che rispecchiano altrettanti lati controversi della società.

 

(mostra) COMICS FOOD di Flavia Sorrentino

a cura del Museo del Fumetto di Cosenza

 

Dopo il successo della passata edizione del Festival Le Strade del Paesaggio la mostra COMICS FOOD realizzata dalla sapiente matita di Flavia Sorrentino si arricchisce di nuove tavole e nuovi protagonisti del fumetto internazionale che andranno ad affiancare Batman, Superman, Popeye, Nonna Papera nella presentazione dei prodotti DOP, IGT, SPG calabresi e nel racconto del loro rapporto con il cibo.

E’ nei piatti tipici, nelle peculiarità alimentari che spesso si conserva una parte importante della cultura di un popolo, di una regione. Ancora una volta lo si farà con l’ausilio, accattivante, del fumetto, medium prescelto per raccontare, innovandole, le tradizioni e i luoghi della nostra terra.

 

Primo nel mezzogiorno e l’unico in Italia, ha sede in un immobile di grande pregio storico-artistico all’interno dell'antico monastero di Santa Chiara, nel cuore della città vecchia di Cosenza. La cospicua collezione permanente vanta firme prestigiose del fumetto italiano ed internazionale tra cui Milo Manara, Gilbert Shelton, Coco di Charlie Hebdo, Enrique Breccia, Tanino Liberatore, Ivo Milazzo, Davide Toffolo, Angelo Stano e Max Frezzato. Tanti gli artisti di primo piano che in questi anni sono stati ospiti del Museo: Tanino Liberatore, Ivo Milazzo, Angelo Stano, Marina Comandini, Bruno Brindisi, Davide Toffolo, solo per citarne qualcuno.

(residenza) Simona De Nicola_Arte cross-mediale

17-18-19 Agosto / ore 17:00-23:59

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

(mostra) (residenza) Alberto Sabellico_Design

17-18-19 Agosto / ore 17:00-23:59

Via Roma 2 - Villapiana Centro

(mostra) (residenza) Marina Misiti_Reportage a Disegno

17-18-19 Agosto / ore 17:00-23:59

Corso Umberto I @Villapiana Borgo Attivo

(residenza) Studio Antani (Luca Acito)_Come Stiamo Rovinati

17-18-19 Agosto / everytime, everywhere

Forse un reportage sociale.

Come stiamo rovinati, perché non è vero?

CSR è un progetto scemo, per questo lo portiamo avanti molto seriamente.

CSR è il mantra terronico/italiano che ci accompagna fin da piccoli.

CSR è il nostro modo di esorcizzare e giocare con le crisi.

CSR è la verità!

Perché non è vero?

“Siamo uno studio di produzioni creative. Il mondo crossmediale è il nostro parco giochi. Sviluppiamo soluzioni che ibridano i linguaggi e le tecnologie, mescolando passato e futuro. Ricerchiamo nuovi format sostenibili per coinvolgere l’audience e comunicare al meglio”

2 INSTALLAZIONI

SPAZIO EDGAR

a cura di Cool_Frame e Syskrack_Lab

18 Agosto / ore 22:00-23:59

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

Edgar per Edgar Alan Poe, quindi un tributo allo scrittore inglese e alla via dell’orrore e del perturbante che ha aperto con la sua opera. Spazio Edgar è uno spazio/tempo di interazione fra macchine sensibili e umanità liminali, captate sulla soglia dell’abbandono delle cornici emotive della quotidianità. In questo luogo ri-creato si assiste al rapporto fra uomini e tecnologie interattive capaci di stimolare reazioni emotive e di rigenerarsi in base a queste stesse reazioni. Spazio Edgar è, infatti, un’area di proiezione modulata dallo stesso spettatore: quando un sensore (Kinect) capterà la presenza di una persona, la struttura comincerà ad emettere dei suoni e contemporaneamente la stessa persona verrà scannerizzata e video-proiettata nell'oscurità dello spazio in 3D insieme ad altri contributi video 3D che faranno da ambientazione. Video suono, oscurità saranno le alleate che l’istallazione avrà per rendere il tutto più immersivo e coinvolgente. La riflessione sarà sul doppio, sul gemello che ognuno di noi nutre nel proprio intimo, sulla materializzazione inaspettata e in forma visiva che produrranno le macchine immergendoci in una esperienza non-ordinaria di identificazione sbilenca col proprio essere, tanto da averne paura! L’occhiolino verrà strizzato anche ad altri autori come Carpenter e Kubrick, che negli anni anno più volte utilizzato questo cinèma per rappresentare l’horror.

Cool_Frame è un laboratorio di arti digitali made in Calabria. Tramite la condivisione delle competenze del gruppo è capace di offrire una vasta gamma di servizi: fotografia, videomaking, 3D print, 3D animation, grafica pubblicitaria, video mapping, etc. Cool_Frame è anche uno spazio di condivisione di esperienze e competenze, un luogo e un panorama che conciliano la collaborazione e la ricerca delle migliori soluzioni creative ed efficaci. Cool_Frame è la possibilità di un momento di crescita professionale dal momento in cui le professioni legate al mondo digitale avanzano richiedendo una multidisciplinarietà e una capacità di sguardo trasversale di base. Cool_Frame è l’occasione per riaffermare la speranza nella libertà di espressione creativa quando il mondo richiede uno standard per tutti a basso costo.

Syskrack Lab è prima di tutto un luogo dove incontrarsi, scambiare conoscenze e sperimentare ciò che si impara. E’ un laboratorio dove le idee prendono forma e la scienza, applicata in ogni suo campo, prende vita. E’ un insieme di persone, età, passioni e professionalità molto diverse che si intrecciano e producono innovazione. Il Lab porta avanti idee e progetti incoraggiando la diffusione dei saperi, la cultura dell’open source, della condivisione e della partecipazione, e la responsabilità sociale di ogni individuo. Crediamo che le nuove tecnologie e la loro diffusione possano aiutare le comunità, soprattutto le più piccole, come quelle lucane, a rifiorire e diventare protagoniste in un mondo globale che oggi sembra ritenerle inutili e non sostenibili. Nei primi due anni di attività il Syskrack Lab, riconosciuto come primo fablab in Basilicata (fablabs.io) e tra i 10 più significativi in Italia (Wired), ha concentrato le energie sulle tecnologie open source, nello specifico legate alla digital fabrication, collaborando con diverse realtà sperimentali su tutto il territorio nazionale e diventando uno dei punti di riferimento della stampa 3D nel sud Italia.

GARGANISTAN / 22

a cura di Simona De Nicola

17-18-19 Agosto / ore 17:00-23:59

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

Un progetto fotografico incompiuto e una mappa inventata. Partito come racconto della piccola e aspra penisola della Puglia affacciata sulla Grecia e i Balcani, Garganistan racconta la storia di come il nostro paesaggio – geografico, culturale ed emotivo – ci forma e ci determina. Garganistan / 22 è un tentativo di sabotaggio – del linguaggio e delle strategie che l’essere umano ha messo in atto per segnare e limitare la presenza del proprio corpo nel mondo. Una mappa che rompe i confini geografici e rimette al centro l’essere umano nel suo modo di abitare il mondo.

Nata in Puglia, semiologa di formazione, scrive e fotografa per progetti personali e per istituzioni del settore culturale ed educativo. Dal 2012 crea laboratori incentrati sulla didattica dell’arte per bambini, ospitati in spazi culturali, centri d’arte e biblioteche tra Italia, Spagna e America latina.

Ha un progetto di design, Amanita, in cui con la carta, i fili e la stoffa si diverte a forzare i confini tra l’analogico e il digitale, illustrando, stampando e facendo taccuini rilegati a mano.

2 VIDEOMAPPING

VIDEOMAPPING 3D

a cura di Cool_Frame

VISUAL MAPPING

a cura di Pakiderm

17 Agosto / ore 22:00

Lido Tiziana - Villapiana Scalo

4 TALK ABOUT

DIGITAL LIVE PAINTING

a cura di Michele D’Angelo

L'incontro verterà sull'esposizione di alcune metodologie di illustrazione digitale valide sia per il character design che per il paesaggio. Verrà mostrato e spiegato passo dopo passo uno dei procedimenti utilizzati dall'illustratore per giungere all'illustrazione finale partendo da uno sketch a matita, un thumbnail o all'occorrenza una fotografia, aggiungendo in sequenza i vari layer d'immagine e aumentando quindi il dettaglio fino a illustrazione completata. Per i partecipanti sarà anche l'occasione per entrare in contatto con il processo creativo e la forma mentis di un illustratore e toccare con mano come questi si approccia al lavoro e quali scorciatoie usa per raggiungere il suo scopo.

Scrittore, sceneggiatore e illustratore di successo, Meridianos (nome d'arte di Michele D'Angelo) ha dovuto rinunciare a fama e notorietà quando si è svegliato stamattina e ha capito di aver sognato. Specializzato in fantastico e fantascienza, sopporta male la quotidianità e ama viaggiare, leggere, seppellirsi in universi assurdi e in generale fare del senso di meraviglia il fulcro della sua vita.

OPEN SOURCES

a cura di Enrico Persichella e Vincenzo Aggazio

(Software libero, cybersecurity e condivisione della conoscenza)

TUTTI NELLA MISCHIA! INTRODUZIONE A SCRUM

a cura di Giuseppe Mannato

Questo intervento ha lo scopo di “liberare” una piccola parte di quell’insieme di pratiche e metodologie che permettono ai sistemi produttivi industriali di funzionare con l’efficienza e l’ottimizzazione note e cercare di calarla in un contesto non necessariamente industriale o produttivo.

Conosceremo SCRUM una metodologia di sviluppo Agile molto utilizzata nell’ambito IT per la gestione della produzione e cercheremo di applicarne i vantaggi ai problemi di ognuno di noi.

Scrum è un set di principi e pratiche semplici ma incredibilmente potenti che aiutano i team a sviluppare progetti in brevi cicli, permettendo un rapido feedback, un miglioramento continuo e un rapido adattamento al cambiamento.

 

Giuseppe Mannato è un ingegnere dell'informazione che lavora nel campo dell'information technology, si occupa principalmente di interazione uomo-macchina e della progettazione e sviluppo di applicazioni per il web collaborando con numerosi player del mercato IT italiano.

 

 

 

CONCLUSIONI E PRESENTAZIONI DEI RISULTATI DEL FESTIVAL

19 Agosto / ore 17:00-21:00

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

3 CONCERTI E 1 DJ SET

MIDIHANDS

"MidiHands" è una formazione nata dall'idea di due artisti/producers: Gianfranco Fuso eFrancesco Navach.

Il sound proposto , offre diverse sonorità che spaziano dal Trip Hop al Soul/Funk ,dal Dub alla DubStep.

Con la pubblicazione a fine Giugno 2016 dell’EP “Pasupata” per Relief Records , e del singolo "What 2 Do" lanciato in esclusiva sul sito RedBull.com ,

Midihands torna sulle scene in una nuova veste : padrona ne è la sperimentazione e la tecnologia di cui si sono avvalsi nei loro live set attraverso , l’utilizzo dei tavoli midi interattivi che controllano effetti audio e visual, circuiti elettronici che diventano hang sintetizzati o pad di percussioni, joystick per giocare con i beat e un controller touchless per modificare i suoni ed effetti attraverso le “mani midi” nell’aria : un ampio viaggio sonoro influenzato e potenziato da featuring come Miriam Neglia alla voce e Antonino Barresi al flauto traverso.

Tanti sono stati gli artisti ed i musicisti che hanno collaborato con la formazione fino ad ora, Dj Shadow scelse il remix di Fuso del brano “Midnight in a perfect world”per inserirlo in una sua pubblicazione, poi ancora Detox dei Blatters, Q3000, per citarne alcuni.

OUT OF MAP

Out of Map è un progetto di musica elettronica nato nel 2016, frutto di una decennale collaborazione artistica tra i due fondatori. La ricerca di un proprio stile che riuscisse a esprimere al meglio il proprio percorso artistico li ha portati a unire le influenze di diversi mondi musicali, per racchiudere una componente progressiva e psichedelica in una cornice elettronica club-oriented. Nella loro produzione, l'approccio alla sintesi analogica e modulare esalta il tocco umano e il gusto per l'improvvisazione, aspetti che caratterizzano anche la loro forma di spettacoli live.

SAMO & STUCK

Electronic live-set + saxophone

KYASHAN

Funk Dj-set

17 Agosto / ore 22:00

Lido Tiziana - Villapiana Scalo

2 DJ SET

ABSTRACT

Elettronica.

SARO COSTA

Eclectic Set

18 Agosto / ore 22:00-23:59

Via Trento e Trieste 19 @Frame_lab

 

 

PARTNER

MEDIA PARTNER

FOOD&DRINK PARTNER

PARTNER TECNICI

SPONSOR

Dal 17 al 19 agosto 2017 il centro storico di Villapiana ospiterà la seconda edizione di Digital Doors, un festival che offre una porta di ingresso a tutti coloro che intendono avvicinarsi al mondo dell’arte e delle tecniche digitali.

 

Artisti provenienti da tutta Italia si incontrano per confrontare linguaggi e sperimentazioni, contaminandosi alla ricerca di nuove forme espressive, riflettendo sull’incontro/scontro fra l’universo digitale e quello legato alle arti e tecniche cosiddette analogiche.

 

Digital Doors ospiterà dunque mostre, workshop, talk, concerti e dj set offrendo un ventaglio stilistico molto ampio: dal design al fumetto, dal disegno all'illustrazione digitale, dal graphic design all'arte crossmediale, dagli interventi di reportage sociale a quelli di reportage a disegno, dalla musica elettronica “suonata” e d'autore a quella suonata “solo” coi dischi!

 

Il Festival è pensato come occasione di confronto tra creatori e fruitori di contenuti artistici: coloro i quali vengono normalmente definiti come pubblico, verranno coinvolti nella realizzazione di attività ed eventi.

 

Il cuore pulsante del Festival, infatti, sarà costituito dalle residenze artistiche e dai workshop che, incentrati sul tema della Restituzione dei Saperi, svilupperanno un rapporto creativo e produttivo con la comunità di Villapiana e con i partecipanti al festival.

 

Digital Doors lascia quindi in “eredità”, una cassetta di strumenti, un know-how che si spera possa essere utile per altri contesti e obiettivi legati alla produzione culturale.

© Copyright. All Rights Reserved.